19/11/09

vanità e voyeurismo

Secondo me, a mio modesto parere (beh! modesto...) secondo me, Flickr esiste per soddisfare due terribili difetti  che io modestamente (beh! modestamente...) posseggo. La vanità di chi pubblica ed il voyeurismo di chi guarda.

Dalla di cui sopra dichiarazione si evince che si, sono parecchio vanitosa e anche che si, ci godo a guardare,  c'ho un lato voyeuristico molto forte, io che ce l'ho questo voyeurismo spinto veramente importante, importantissimo direi, io a volte io vorrei capire dove va a finire questo voyeurismo molto forte importante importantissimo, questo lato voyeuristico che a me piace farmi gli affari degli altri e sapere tutte cose ecco,  io vorrei sapere dove se ne va a finire il voyeurismo spinto quando arrivo a casa degli amici e scopro che sono arrivata giusto in tempo per ciucciarmi il filmino delle vacanze.

11 commenti:

elena (quella di londra) ha detto...

e che ai flimini delle vacanz (ma dio mio ancora c'è qualcuno che li fa?) ai filmini, dicevo, ci si deve arrivare belli carichi di spritz e di sogni e di altre cose voyeurate che poi così le mixi nella testa e fai voyeur-dj che è molto bello

Lindalov ha detto...

Perché non lo fai nascosta e di sbieco, dietro ad una finestra, uno schermo.
Manca il senso del proibito.

Scritto in Grassetto ha detto...

Partiamo da alcune considerazioni:
-Se arrivi a casa di amici e trovi il film delle vacanze lo devi subire e di solito devi anche dire che il film è fatto bene, il posto scelto è magnifico e che bello passare le serate così.
Una critica potrebbe provocare battiti d'ali di farfalla che scatenano poi uragani chissà dove...
-Flickr invece lo guardi se vuoi. è lì nessuno te lo impone, non è come l'album di nozze, lo smetti quando vuoi ma di solito guardi tutte le foto e siccome è irresistibile non guardarle tutte e di solito sei da solo a farlo ecco che ti puoi permettere commenti anche crudi sulla foto o su chi ne è ritratto.
Il voyerismo direi che muore proprio perché non si ha la liebrtà di Flickr.
E per fortuan che volevo fare un commento stringato.

Anonimo ha detto...

le mie foto di Parigi vieni a vederle????...

baci dalla Froggy

Baol ha detto...

E' qui che si parla di voyeurismo? Eccomi! Chi c'è da spiare?

:D



comunque, il tuo voyeurismo sparisce davanti ai filmini delle vacanze perchè non c'è il tasto chiudi e soprattutto non sei tu a comandare il mouse...

Vincenzo Errante ha detto...

Son daccordo con Lindalov, ma aggiungo che l'ingrediente fondamentale non è tanto il farlo di nascosto, quanto il fatto di essere da soli.

Il voyeurismo è proprio in questo.

Guardare e riguardare quella particolare foto perché mi colpisce l'espressione del viso, l'alone del capezzolo, la caviglia sexy o, perché no, la trippa inaspettata o l'alluce del piede scheggiato.

Achtung! E' una cosa che può anche sconfinare nella pornografia.

sancla ha detto...

ma i filmini delle vacanza fanno passare ogni velleità di qualsivoglia natura!

Saamaya ha detto...

mai confondere il voyerismo con il masochismo!

Renton ha detto...

www.flickr.com/rentonize

peppermind ha detto...

Rido... ma quella è tortura, non esibizionismo (per cui uno può metytere in campo il proprio voyeurismo).

Ho sentito che anche a Guantanamo proiettavano diapositive delle vacanze dei soldati USA...

MorganaLaRossa ha detto...

Ma lo sai che non hai tutti i torti? (modestamente), io mi ero sempre data la spiegazione che, quel desiderio di vedere gli altri, ascoltarli vivere e seguirli (foto o blog, non importa) fosse amore per l'umanita', per le persone, per 'gli altri'. Mentre era una comoda scusa che mi davo, per sentirmi tanto brava e accomodante con il mondo. Invece no, ci ho la sindrome del guardone.
Cacchio Sid, mi hai aperto un mondo:-))