03/11/09

la cattiveria gratuita degli "amici" spiegata ai bloggher

ora. è successo questo. che io, in preda all'autodistruzione mi sono tagliata la frangetta molto corta. e quando dico la parola -molto- e la parola -corta- e le dico insieme una di seguito all'altra per esempio così: molto corta, vi dovete fidare che c'è dell'esagerazione -nel taglio netto non nelle mie parole- che io, per mia filosofia, io non esagero abbastanza quasi mai. dunque io, ai primi di ottobre, per questa autodistruzione che c'avevo inserita mi son tagliata la frangetta molto corta - oi non vi dovete preoccupare per l'autodistruzione inserita è una cosa che mi capita un po' di volte l'anno di avere l'autodistruzione che si inserisce poi mi accorgo che mi taglio i capelli solo per via dell'autodistruzione non perché desidero veramente autodistruggermi ed allora passa- comunque lei sta crescendo poveretta -la frangetta- (la rima è involontaria) ma se mi guardo allo specchio e mi dico, io da sola, dio bono che corta la frangetta! e pensatevi che a me personalmente capita spesso questa cosa di guardarmi allo specchio, voglio dire la mattina e in bagno a volte mi capita di aver degli specchi e di guardarmi, tipo alzo la testa e vedo proprio la mia faccia, è incredibile! e invece ogni volta un colpo al cuore poveretta me. pensate poi che l'ho tagliata un mese fa ed io sono una che le crescono i capelli molto velocemente di solito. ecco se ragionate su queste due tre cose che ho messo su per farvi capire, ecco immaginatevi che la frangetta è corta. molto. molto corta. una cosa così tanto corta che non si può fare a meno di notare e non si può fare a meno di notare, soprattutto, che stona, che non sta bene, che è strana che sembra che mi voglio autodistruggere con questo taglio della frangetta che ho fatto.

ora. io tutto questo lo so. lo so. ma oramai è successo. non ci posso fare più niente. mica è una gamba santoddio. che avessi deciso di tagliarmi una gamba così dimagrivo di colpo chessò 15 chili e poi mi pento capisco che c'è dell'irrimediabilità in tutto questo ma essendo che ho tagliato semplicemente dei capelli e che in quarantanni tutte le volte che ho tagliato i capelli poi loro sono ricresciuti, l'esperienza un po' mi ha detto che non devo lasciarmi cogliere dal dispiacere e dalla disperazione, che devo reagire a questa cosa avversa che è successa alla mia faccia e ragionare con un po' di positività su questo disagio esistenziale e considerare che, insomma, dopo tutto, alla fine, se dio vuole, loro ricrescono.

ora, nel mondo reale, la gente, io ragiono per come ragiono io eh! per carità non è che pretendo che tutti ragionano come me ma, normalmente, nel mondo reale, la gente non ti dice le cattiverie in faccia così per farti dispetto, nel mondo normale la gente se te sei ingrassata non è che viene a dirti oi, ma sei diventata un maiale! oppure se ti sei appena amputata la gamba la gente sta bene attenta a dirti andiamo a fare due passi, quattro salti, due piedi in una scarpa queste cose qui, la gente sta attenta a non umiliare e scherzare le persone che, chiaramente, son state colte da un momento di difficoltà personale. io ecco io se lo Splendido ci viene il pansutino non è che son lì a dirgli in continuazione oi Splendido guarda che pansut... io ecco io se lo Splendido ci vengono le maniglie dell'ammmore non è che son lì a dirgli in continuazione oi Splendido guarda che manig... non mi viene in mente nessun esempio adesso ma credo che mi son spiegata bene uguale.

a me invece, oggi ero da un medico che mi conosce bene ed ha passato svariati minuti a disquisire sulla rotondità della mia faccia e sulla cortezza della mia frangia. il dentista venerdì che avevo appuntamento per la pulizia e lui manco mi doveva vedere invece continuava a fare i pellegrinaggi nella mia stanza e ogni volta che mi guardava sbarrava gli occhi e poi venivano anche le assistenti e poi mi diceva: senti Sid e io! lo so! lo so! poi la Chiara mi dice io non voglio saperne niente che ti avevo detto di non farlo. poi me lo dice la Fata (che la Fata le ho detto ti aspetto in fondo alla via quando mi vedi metti la freccia a destra ed ha tirato dritto, diobono non m'ha neanche riconosciuto la prima volta, la Fata) e la Mastrangelina lo dice e lo dice pure Zu (che manco m'ha mai visto eppure anche lui lo dice) e me lo dice la Claire e me lo hanno detto i miei fratelli e poi me lo dice lo Splendido ogni cinque minuti non è capace di dire una frase senza la parola frangetta nel mezzo poi, la Elena, la prima volta che mi ha visto, la Elena, doveva venire a casa mia, lei non sapeva niente, suona il campanello, le apro, sale le scale, io son dietro la porta, la faccio entrare, chiudo la porta. lei mi guarda, sbarra gli occhi e dice queste parole, senza neanche dire ciao Sid senza neanche dire, oi le scale senza neanche dire Trattorin , senza neanche dire niente prima. niente! la cosa che mi dice appena mi vede è:

...che te sei bella perché se me lo faceva a me, il mio parrucchiere, una cosa del genere, ci tiravo una coltellata!

---
credits:

16 commenti:

fatacarabina - remedios ha detto...

beh ma noi siamo veri amici, sinceri :D
ahahaahahah se penso alla frangetta, muoio :D

sid ha detto...

TU!!!!! TU!!!!!
TU HAI TIRATO DRITTO!!!
RICORDATEVELO CHE TU HAI TIRATO DRITTO !!! :D

mastrangelina ha detto...

siema :)
diffida di chi non te le dice le cose piuttosto!

sid ha detto...

@mastrangelina:
e con sta scusa il www brulica di foto con lo splendido che fa il segno della frangetta
ahahahahahahhah! :D

Zu ha detto...

Non t'ho ancora vista, è vero, ma la frangetta te la sento già dalla voce.

fatacarabina - remedios ha detto...

io ho tirato diritto perché quella fronte alta non l' ho riconosciuta, anche se splendido mi ha urlato: viene la frangetta da teeeeeeeeeee

sid ha detto...

@ZU:
è la voce del dolore e del disagio esistenziale vero? della solitudine. della disperacione! è la voce della disperacione!!!

@fata:
lo splendido. che caro. che caro ragasso. che caro carissimo ragasso. poi una dice che lo prendo in giro per il trippone che c'ha sulla panza. lo splendido. caro. lui. amico. :D

francesco ha detto...

ma dai, stai benissimo, con la frangetta corta :-) (così, sulla fiducia)

asciutti e pazienti quarantenni ha detto...

E' tenero questo tuo continuo accennare ad un pansutino che non c'è più, essendo tal odiosa protuberanza solo un brutto ricordo. La dieta, come ben sai - frangetta dai seni enormi - mi ha reso asciutto quanto le frasi che ti riservo PERCHE' TE LE MERITI!
Adesso fila a far l'esame per la patente della moto e lascia stare il freno davanti, ché piove.

Anonimo ha detto...

In bocca al lupo per l'esame
gianni

vix ha detto...

oi oi oi.
ma cche amici ciai?
www.CasaDellaParrUcca.eu

maia ha detto...

uehi, ma che hai fatto ai capelli???

LaPulce ha detto...

per dirla con le parole di una nota canzone, sai la gente è strana...
a me, un mese dopo il parto, la vecchia (e rincoglionita aggiungerei) madre del mio ginecologo che mi conosce da quando ero bambina mi disse: uuuuh come sei ingrassaaata! e io non le ho tirato il passeggino giusto perché dentro c'era la ragazzina altrimenti l'avrei fatto.
anyway, tornando a noi, siccome ce l'ho anch'io la frangetta (e trovo che mi stia molto bene e che faccia un po' adolescente parigina) potremmo organizzarci te ed io e fare un agguato allo splendido pansutino e fargli prendere un gran spavento, eh? :-D

sid ha detto...

@francesco:
tu sei un uomo buono! lo capisco da questi piccoli grandi unici gesti

@splendido pansutino quarantenne:
io e le mie tette abbiamo la patente

@gianni:
grazie

@vix:
non auguro a nessuno un pelatismo precoce io! a nessuno! :)

@maiaaaaa!
anche tu ti ci metti? un po' di pietà? gentilezza? comprensione? eh?

@pulcia:
un giorno questi capelli ricresceranno ed io andrò sbeffeggiando per mari e per monti :D

lilli ha detto...

voglio essere tua amica!!!!
sto ancora ridendo :-D
grazie
lilli

manu ha detto...

io, per me, te l'ho scritto anche qua sotto: a me piace la frangia alla francese. è audace e maliziosa.