26/11/09

che monelo

ieri sera erano quasi le dieci ero a fare la spesa al supermercato che vicino all'ufficio ho un supermercato che tiene aperto fino alle dieci di sera e quello è l'orario in cui non c'è finalmente più nessuno che compra cose. a me non piace molto andare lì perché è un centro commerciale più che un supermercato solo che avevo finito i mollicini per le Signore Trattorini mi sbranavano se non portavo i mollicini che loro secondo me mangiano le crocchette giusto per avere diritto ad un mollicino al giorno.

comunque sono lì che giro tra gli scaffali che m'era venuta voglia di comprare anche un pacco di biscotti che io i biscotti non è che siano la mia passione eppure son un po' di settimane che li sgranocchio volentieri non saprei come mai forse sono troppo liquida, ho bisogno di riequilibrare. non saprei. boh. non so proprio rispondermi. comunque son lì che giro in cerca dei biscotti quando mi si para davanti un bronzo de riace ne noantri, un bell'armadio d'uomo me lo trovo lì a due passi da me, lui è di profilo un po' di tre-quarti in realtà e sto bell'armadio d'uomo è lì che mi guarda con l'occhiata scusa e provocatrice, da monelo di Buzzanchiana memoria.

siccome ultimamente mi pare che non mi guarda più nessuno io a vedere l'occhiata monela che mi guarda io mi son un po' messa a sorridere e me lo guardavo anche io lui me lo guardavo,  che gli ero di fianco di profilo ero quasi di tre-quarti e me lo guardavo mentre facevo finta di ammirare i pacchi di pasta di gragnano e mentre son lì che me lo guardo proprio mi accorgo che lui è veramente un bel ragasso, alto moro  mascella volitiva insomma dai il tipo mediterraneo con l'occhio scuro bello che mi guardava,  oi mi guardava in continuazione ad un certo punto volevo dirgli eh, smettila sai con quel fare indagatore, porcino e malandrino.Smettila sai!

poi finalmente si sposta e si gira meglio verso di me che io ero già lì che pensavo adesso trova una scusa per chiedermi qualcosa son sicura che culo che ho sono anche truccata ho i capelli in ordine sono a posto, sti jeans mi stanno daddio, questa magliettina mi dona un sacco mi pare anche che sono più magra di ieri evvai sid dacci dentro vai sid colpisci vai sid conquista come solo tu sai fare vaaaaa meravigliosa donna vaaaaaai

comunque lui era proprio strabico.
un occhio guardava me l'altro puttaninburgo.
poi a questo punto non son neanche sicura che guardava me.

11 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

Mi aspettavo una simile conclusione XD .

splendidi quarantenni ha detto...

Quanto ridere mi fai o donna. Quanto ridere mi fai. Quanto ridere.

claire ha detto...

ahahah sid grazie mi hai rallegrato la mattinata! bellissimo

Anonimo ha detto...

io un giorno sono andata in posta. toccav a me. mi avvicino al banco e aspetto. e l'impiegato mi dice "mi dica". e io niente... guardava la signora accanto a me... e lui mi dice "mi dica". e io niente... guardava la signora accanto a me... quando mi ha strappato la raccomandata di mano dicendo "deve spedirla" mi sono accorta che era talmente strabico da sembrare un pesce.
pauraaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!

sono la Froggy...
e chi se no?
baci

Anonimo ha detto...

p.s. non è che la signora accanto a me eri tu per caso?

ahahahaahha

chiaratiz ha detto...

mi sganascio

peppermind ha detto...

Guardava te, giuro!

(Ho riso)

Anonimo ha detto...

ahahahahaha!!! sid mi fai morire...
comunque anche secondo me guardava te, solo non con l'occhio che credevi tu ;-)))
lilli

FrammentAria ha detto...

guardava te pure l'altro occhio, solo che faceva un giro un po' più lungo, in termine pallavolistico (o anche calcistico, mi pare), era uno sguardo con l'effetto :)

LaPulce ha detto...

sei un grande e io ti voglio un gran bene, ché riesci sempre a farmi ridere :-D

Lindalov ha detto...

"comunque lui era proprio strabico.
un occhio guardava me l'altro puttaninburgo.
poi a questo punto non son neanche sicura che guardava me. "

Rido ancora. Fantastica.