16/06/09

Being tenera pastorella insaid

Ora, chi viene qui deve sapere che io sono una timidona. Tipo quando ho davanti i miei idoli io divento timidissima. Perché qui nel mio blog (che se permettete è anche casa mia e vorrei ben vedere se non faccio un po’ quel che mi pare) faccio la sborona che dico che amo Nori e Cornia e Pignagnoli e gli accalappi ma poi io dal vivo mica ci dico niente a loro. Io dal vivo mi basta di ascoltarli e guardarli da lontano. È già tanto se ho il coraggio di chiedere l’autografo (infatti a Nori al Litcamp mica ce l’ho chiesto l’autografo. Ero timida porcamiseria). E così anche venerdì scorso avevo Ugo Cornia tutto per me che potevo domandargli quello che volevo e non mi veniva in mente niente. Io ero lì che pensavo devo alzarmi ed andarmene e lui che mi parlava gentile ed io che continuavo a pensare devo alzarmi ed andarmene prima che sia troppo tardi. Poi è diventato troppo tardi e, secondo me, se Ugo Cornia mi vede ad un altro reading, secondo me, si tocca i maroni e fa finta di non conoscermi. Comunque è bravissimo. A parte che ha una voce strana tutta piena di accenti che è particolare e divertente già di suo eppoi è proprio bravo nell’interpretazione. Questi autori, signore mie, sono una goduria. Io, fossi in voi, verrei con me ai prossimi reading. Io poi vi aspetto fuori quando son finiti mentre voi parlate spigliate e divertenti con gli autori stessi, che io ho già visto che non son buona.

10 commenti:

Alessandro Arcuri ha detto...

Ok ma poi dobbiamo fare anche come si faceva in terza media dicendo "c'è una mia amica che ti vuole conoscere..." e tu te ne stai dietro una colonna a fare capolino, arrossendo tutta? Eh?

sid ha detto...

@ale:
ahahahahhaha!!!! riesco a vedere la scena! poi mi suicido ma ne varrebbe la pena! :D

Lindalov ha detto...

Io ci vengo, ai reading. E sai perché? perché non li conosco, questi autori, e quindi non subirei il loro fascino. :-))

Però te vieni ai miei, eh.

SIG ha detto...

E' la stessa cosa che ho provato ascoltando Ignazio Pianasola

elena g. ha detto...

io dico che se vengo con te ti tiro per la manica e ti porto davanti all'autore e ti faccio parlare, conversare, fare domande e dare risposte. Sai che lo faccio.
Preparati

sid ha detto...

@linda:
anch'io prima di sentire Nori al litcamp ero serena e tranquilla. poi parlò ed a me tremarono le gambe e le budella. è solo una questione di tempo tesora :D

@sig:
lei cerca la lite missà! :D

@elena g:
no no! ho già visto. non son buona. mi viene la paresi nel cervello. e dalla bocca escono cazzate e banalità sotto sforzo. no no! non ce la potrò mai fare! :D

chiaaratiz ha detto...

io ci vengo, così nel confronto tu pari una molto spigliata di fianco a una mentecatta e così ti faccio fare bella figura. Io vengo, dicevo, ma non quel giorno lì che sappiamo, che farei da reggimoccolo e non è proprio il caso. Facciamo la volta dopo :)

splendidi quarantenni ha detto...

No, no io ci vengo a tutti i reading con te, così interrompo, tossisco, faccio cadere le sedie e in ultima dico che sono venuto con te, che siamo amici e cose così. Grande eh?

sid ha detto...

@chiara:
no! tu non hai idea del mio stato mentale di totale vuoto in queste occasioni. tu non potrai mai essere peggio di me. lo sallo che non potrai!

@splendido:
certo certo... solo che io parlo sempre di femmine e tu cerchi sempre la maniera di intrufolarti! :D

Yrom.A ha detto...

Che meraviglia, vien voglia di conoscerli sti idoli, comincerò con l'imparare chi sono. Si si, vien proprio voglia di sapere quest'idiolo cosa e come si esprime.
Lo farò, quindi grazie.