29/06/09

Mercole Meridianozero Machebeo! (un post con tre emme)

Mercoledì sera Elena m’aveva impegnato per una cena organizzata dalla maitica Meridiano Zero. Favolosa casa editrice padovana specializzata in letteratura noir ma con una copiosa et variegata collana di Romanzi. (che io, per me, avrei anche dei gran titoli da consigliarvi).

Io non è che se la Elena non mi obbligava io ci andavo perché mi conoscete, io non sono mondana, non sono social, io son vivaiola e questo è noto ma son vivaiola nel mio privato, questa cosa di andare in un posto dove non conosco nessuno che magari è pieno di lettori e scrittori ed editori snobboni a me si gela il sangue nelle vene e divento mutanghera (ed anche un po’ rompicoglioni).

Ma mai coquì nefasta profezia fu colì smentita. Per dire.

Il punto saliente e serio di tutta la vicenda è che Elena è una donna estremamente divertente. E’ intelligente e piacevole. Una persona semplice, con cui è facile entrare in sintonia. E quando ti succede di incontrare una donna così che io le donne le amo, le amo veramente, ti reputi proprio fortunata e la serata di suo già parte benissimo.

Poi, per dirla invece così, vino al vino e spritz all’aperol, c’era una gran bella cosa che accomunava tutti questi sconosciuti: che è l’amore per i libri e per la scrittura. Ed anche questo a ben pensarci è un ottimo inizio.

Tant’è che la cena poi è finita all’una di notte e solo perché c’han un po’ sbattuto fuori dal locale che se era per me ero ancora lì ad ascoltare queste belle persone che ti raccontano di chi sono, di quel che gli piace, che ti suggeriscono di comprare titoli o di starne ben lontana, che sono modesti e semplici e se han scritto dei libri sei tu che gli devi chiedere il titolo perché loro non si promuovono neanche un po’.

Eravamo in tanti io non so quanti ma parecchi ed era tutto un girar per tavoli, così a conoscersi e ad ascoltare delle passioni e degli amori altrui e lo so che adesso siete lì a pensare “vai coi violini laggiù” però è vero che eravamo tutti sorridenti. E non è mica una cosa da poco quando non ti conosci ma poi capisci che ti riconosci.

Comunque queste serate avranno delle repliche ed Elena ed io non mancheremo di avvisare, così anche voi, potrete conoscere tanta bella gente tra cui Matteo, il responsabile ufficio stampa, le bellissime redattrici Silvia e Valentina ma soprattutto il grande Marco Vicentini, il deus ex machina, un uomo una polemica litigiosa con la Sid (mi adora! Che posso farci?!?)

Detto questo, io vi consiglio caldamente:

Memorie di un nano gnostico. David Madsen (genio!!! se non comprate questo libro vi tolgo il saluto, mi costringete a farlo e lo faccio)
Confessioni di un cuoco eretico. Sempre lui. Sempre David Madsen quello genio.
Più o meno alle tre. (Andrej Longo) (adoro!)

5 commenti:

viadellaviola ha detto...

Uh! quel marco vicentini lì! io ci voglio bene! ti contai che mi contò tutto il catalogo e tutte le storie e io ci dissi: ma non mandare gli autori a promuovere i libri, vai tu girando, che sei un raccontatore!

eppoi leggete anche: cosmic bandidos di Alan C. Weisbecker.

NikkoHell ha detto...

eccheccass così mi tocca passare in libreria. Che cosmic bandidos l'ho letto ma gli altri manco per niente. Tutto sta a fidarsi della sid. Che me la immagino mentre legge mezza mbriaca sul divano ululando - io questo qua lo o(a)doro!
Uff, mi preparo alla rottura del maialino portadindoli

Vale ha detto...

Nikko.... se vai prendi qualcosa anche per me? :)

Questo fine settimana ho giusto finito il libro....

sancla ha detto...

E 'sti consigli?????
:D

sid ha detto...

@viola:
è fortissimo. guarda la serata è stata favolosa e lui è veramente una persona piacevole ed interessante :)

@nikko:
fidati di me e prendi il nano gnostico. me ne renderai grazie! :)

@vale:
ciao bella!

@sancla:
alla fine del post, non si leggono? :)