11/06/09

Sono vittima delle dipendenze/1
(confessione breve in nove post)

Sono come quella zia di Cornia che dopo aver provato un farmaco per riposare che le aveva fatto fare un trip pazzesco diceva che perché era ormai vecchia sennò c’avrebbe pensato a drogarsi.
E così io anche sono vittima delle dipendenze.
Fumo per esempio. E bevo il vino per esempio. E metto l’olio bebigionson all’aloe vera dopo la doccia per esempio. O non son capace di vivere senza il burrocacao per esempio. Ma queste son dipendenze spicciole secondo me. Sono dipendenze da puaretti. Le dipendenze mie sono altre e non so, secondo me non è che son sbagliatissime e va tutto bene solo che mi accorgo che faccio dei giri strani con la testa, quando c’ho le dipendenze. Le dipendenze che c’ho io sono sugli scrittori e non c’è niente da ridere. O neanche da prenderle sotto gamba e dire eh! Che male c’è. No! È diverso secondo me perché quando c’ho la dipendenza da scrittore io faccio poi dei giri strani con la testa che mi fan anche preoccupare a volte.

9 commenti:

Laura ha detto...

Sid, se dovessi consigliarmi un libro di Nori, per iniziare... Quale mi titolo mi diresti? Perchè adesso incomincio ad essere curiosa!

:-)

sid ha detto...

@laura:
Bassotuba non c'è.
Mi compro una Gilera.
questi son quelli che ho letto e già finito.
sto leggendo adesso Pancetta ma aspetta un attimo che è complicatino e prima devi entrare bene nel mondo Nori.
mi hanno consigliato (li ho in ordine non mi sono ancora arrivati)
Grandi ustionati
la vergogna delle scarpe nuove
si chiama francesca questo romanzo
poi TUTTI gli accalappiacani (settemestrale... vedi il link tra i miei link)
bacio :)

peppermind ha detto...

Ti capisco benonissimo... io pulltroppo sono passato alla fase successiva: addiction da libro.
Cioé, basta che sia un libro.
Entro per caso in una libreria, e mi si attaccano adosso coem cozze, esco con la pigna.
Ne compro doppi (ho appena RI-comprato "Praticamente innocuo", l'ultimo della saga della Guida galattica per gli autostoppisti), non ricordo quando, come e perché ce li ho nel sacchettone da sette tonnellate che mi trascino fino a casa.

Ehhh e pensavo, l'altro giorno: Nori, Nori... non lo vedo qui in giro... chiedo? No dai? Chedo?
Poi mi hanno distratto (sventilando altri libri sotto il naso), ma la prossima lo acquisto.

Vale ha detto...

sid... ho le tue stesse piccole dipendenze :)

chiaratiz ha detto...

se non altro quelle dipendenze lì non fanno ingrassare. Io c'ho la dipendenza da pizza ed è pericoloso :-D

sid ha detto...

@peppermind:
l'addition da libro c'è a prescindere.... li ho proprio tutti i difetti.

@vale:
sorellina!!!

@chiara:
lasciamo stare! per favore lasciamo stare che tu la pizza la fai daddio ed ho una fame che mi rabalto! :)

viadellaviola ha detto...

io quando ero una nennella da liceo ero stata dipendente da bucoschi. che quando sei alliceo poi le robe truci e tristi e losche, a te che sei di paese dove tutto è pieno di fiocchetti e fiorellini, insomma, ti attirano. poi ho smesso.
poi sono stata dipendente da: "memorie di una ragazza perbene", dipendenza da un libro.
secondo me l'hai avuta pure tu. che libro?

sid ha detto...

@viola:
ecco, io, memorie di una ragazza per bene mica l'ho letto sai.
il mio libro dipendenza è cambiato negli anni, oggi, nonostante l'amore per Nori, il mio libro dipendenza è "non avevo capito niente" di diego de silva. :)

chiaratiz ha detto...

i libri dipendenza sono quelli delle folgorazioni? Io son stata folgorata alcune volte.
Per esempio da Ingannevole è il cuore più di ogni cosa (Leroy) (una specie di coltellata)
oppure da Middlesex (Eugenides)
ma son solo i primi che mi son venuti in mente.