21/12/09

Opera n. 215

Cosa ha voluto dire Manzoni nei Promessi sposi? Non si sa. E' un romanzo dove non si capisce niente. Ci sono un sacco di cose che cambiano all'improvviso, e appena si saltano due pagine la situazione riappare tutta capovolta. Renzo lo scambiano sempre per qualcun altro, e poi lo ricercano per impiccarlo. Uno salta venti pagine perché si immagina che l'abbiano impiccato, e invece lo ritrova là che va per una strada del bergamasco. Ma che razza di storia è? Bisogna sempre tornare indietro a vedere cos'è successo, e mai una volta che si dica pane al pane e vino al vino.

Opere complete di Learco Pignagnoli
Daniele Benati 
Aliberti editore

6 commenti:

Federico ha detto...

infatti anch'io l'avevo detto alla mia prof, che secondo me era tutto tranne che un romanzo di INformazione

Gozer ha detto...

Io odio manzoni e la provvidenza.
Don Rodrigo mi ha sempre ricordato il nemico di Zorro.

OneNightInPoang ha detto...

clap clap clap

Baol ha detto...

Parole Sante quelle lì...

Balibar ha detto...

Saltare le pagine, perché?

A parte che col Manzoni, avessi potuto, avrei chiuso il libro, evvia.

Anonimo ha detto...

:D
lo sto leggendo...
e in treno rido da sola come una pazza
grazie per avermelo fatto scoprire
lilli