18/12/09

la crisi del petrolio: il torbido retroscena

io sono forse l'unica persona al mondo che è stata rimandata in geografia. alle superiori. in quarta. che in quarta superiore a ragioneria (che è la scuola superiore che ho fatto io) ci sono materie rognosissime come il tedesco commerciale, o la ragioneria, o la tecnica bancaria o il diritto e scienza delle finanze quelle robe lì ed io sono riuscita a farmi rimandare in geografia. due ore settimanali contro le sette di ragioneria che non è che neanche lì fossi una cima io volevo fare il liceo linguistico figuratevi un po' ho dovuto fare ragioneria. che al liceo  linguistico secondo me non c'era geografia e se anche c'era sicuro non c'era la mia profe di geografia. due ore settimanali rimandata. quarta ragioneria. io dicevo che ero stata rimandata in ragioneria che faceva più fico, pacca sulla spalla, oh come ti capisco. che se dicevo geografia secondo me mi sputavano.

comunque... io sono stata rimandata in geografia perché io non facevo i collegamenti. i collegamenti erano quella cosa che te dovevi ascoltare il telegiornale (e invece io guardavo solo diggei televiscion e capitol) e guardare cosa succedeva nel mondo (pfui, il mondo mi è limitativo) e poi fare i collegamenti con lo stato o la regione o il posto che quella ci stava imparando in quel momento lì. l'altra cosa che dovevi fare era dire "la crisi del petrolio". perché è successo questo a quel paese in quell'anno? la crisi del petrolio. perché girano le ciribiricoccole? crisi del petrolio. perché chi non risica non rosica? crisi del petrolio. ora io siccome non è che io e la crisi del petrolio eravamo proprio amiconi dalle elementari io non lo dicevo mai. anche perché la tizia incalzava. tipo, cosa successe allora? questo. eppoi? eppoi quest'altro. eppoi? eppoi quest'altro ancora. eppoi? eppoi quest'ultima cosa qui. eppoi? diobono! eppoi basta santa miseria. invece no! la risposta era la crisi del petrolio. (che io volevo studiare le lingue me non mi ascolta mai nessuno).

allora io sono stata rimandata e ho studiato e poi l'anno dopo ero diventata una secchiona e ero bravissima e sapevo tutte le risposte e c'era in classe con me la famosa stronza quella che è stata fortuitamente bocciata all'esame di maturità. quella che piuttosto di aiutarti si faceva sodomizzare da un rappresentante africano in visita di studio. quella che piuttosto di aiutarti proprio metteva la testa da tutte le parti basta che non guardava te, proprio dei giri di testa che Linda Blair ne l'esorcista hanno copiato da quella stronza lì per capire come fare bene i giri di testa che a un certo punto quella tanto aveva girato la testa che non si ricordava più da che parte ciaveva il culo.

comunque una volta siam uscite interrogate insieme, io e la rappresentante ufficiale dei tarzanelli e la domanda era: qual è la ragione della crisi del petrolio? (ellapeppa! un tremendo trabocchetto! una cosa tipo si faccia la domanda si dia la risposta) ora io e la crisi del petrolio eravamo diventati amici come porcelli perciò io parto che la ragione della crisi del petrolio è presto detta ed è questa. la profe dice: eppoi? la scureggia alza la mano tutta agitata per parlare. la profe la ignora e io allora continuo che c'era stato quell'altro avvenimento degno di nota. quello lì. la profe dice: eppoi? il rutto d'anatra alza la mano tutta agitata per parlare. la profe la ignora e io allora continuo che era capitato quell'accadimento fortuito che aveva provocato quella roba che! la profe dice: eppoi? l'ascella pezzata alza la mano tutta agitata per parlare. la profe che era odiosa ma odiava di più i leccaculi la ignora e io allora continuo che son successe cose che ti segnano! la profe dice: eppoi? lo sporco nelle dita dei piedi alza la mano tutta agitata per parlare. la profe la ignora ed io allora cedo: guardi io volevo studiare ma ho visto la madonna e in preda ad un delirio mistico proprio non ce l'ho fatta.

a quel punto la profe che c'era rimasta anche un po' male, di suo, che io non ero preparata a rispondere perché, per la madosca, le ragioni della crisi del petrolio gira il  mondo intorno alle ragioni della crisi del petrolio, la profe si vede costretta suo malgrado a voltarsi verso la beota e a quel punto lei, l'orrido, che s'era ben guardata dal suggerire dal mimare dal passare un foglio dal sorridere dal fare un cenno dall'aiutare dall'avere un gesto di pietà dall'essere semplicemente gentile... no! lei tutta felice che me l'aveva fatta, lei! che m'aveva fregato, lei! che era più brava di tutte, lei , lei urla: la causa è la crisi del petrolio!

colliona.

8 commenti:

Arcureo ha detto...

Però il "rutto d'anatra" me lo devi spiegare... ^___^

Sergio ha detto...

imboresso totale ed assoluto dalla prima all'ultima riga :-DDD
(grazie sid, ne avevo proprio bisogno)

sid ha detto...

@ale:
hai presente l'anatra il quà che fa? bello col becco bene aperto col suono bello aperto quà. ecco, ruttando :D

@sergio:
sono un genio del male :D

Gozer ha detto...

alla scena di Linda Blair e i giri di testa giuro che sono morto.
ma proprio morto con la risata stampata in faccia tipo Joker.
Quando risorgo giuro che finisco di leggerlo :)

fabrax ha detto...

la mia bestia nera è sempre stata la matematica. Ero bravina nei temi

Arcureo ha detto...

@ SId: ah ok tu intendi una versione ancora più cacofonica dello starnazzare.
Capito perfettamente.

LaPulce ha detto...

ti devo confessare una cosa e la confesso qui pubblicamente: io geografia a ragioneria non l'ho mai studiata. nel senso che non ho proprio mai aperto libro. e mai fatta un'interrogazione. e la prof che c'aveva meno voglia di noi, tanto a ragioneria geografia sono solo due ore a settimana, a fine quadrimestre apriva il registro e metteva 6 a tutti. 7 a chi si era sprecato ad andare volontario alle interrogazioni.
che quando ho qualcosa da fare e non mi sento all'altezza (però di non molto importante, perché invece quand'è importante mi sogno che sono incinta e che devo affrontare 12 ore e mezzo di travaglio) mi sogno che la prof di geografia si stufa di questi 6 a tutti e che mi interroga sul programma di tre anni, e io non l'ho manco comprato il libro di geografia economica.
ecco.

Anonimo ha detto...

"lo sporco nelle dita dei piedi" si chiamano cacchioni... si vede che hai fatto ragioneria... io invece ho fatto il classico... tzè...
comunque quella bestia di geografia c'era anche al classico (porcaccia...)... e io ero una bestia... che non solo non facevo i collegamenti ma avevo anche una memoria piccola piccola per i nomi... e la memoria piccola piccola era piena zeppa di grammatica greca e sintassi latina... e allora non è che c'era l'hard disk esterno o la memoria espandibile o quelle cose che oggi ti facilitano la vita.... io ero bravissima a ragionare ma in geografia non è che si ragiona tanto...

comunque secondo me sarebbe stato tempo sprecato tanto... da quando abbiamo studiato NOI (e poi di' che non sono tua amica...) è cambiato tutto... e avremmo perso tempo prezioso della nostra giovinezza....

però... forse... lacrisi del petrolio... quella è l'unica cosa che è rimasta valida....
miiii com'era avanti la tua prof... ;)

baci baci F.