27/10/09

cose così, d'altri tempi.

ho trovato nella mia libreria in ufficio un libro che non ricordavo di avere acquistato. si tratta de "L'evaso" di Georges Simenon. una prima edizione economica datata novembre 1957. solo a sfiorarla si son staccate le pagine. esattamente come succede ad un altro libro che ho che però forse si staccano le pagine a forza di sfogliarlo quindi è diverso. ora ho questa edizione economica del 1957 quindi, volendo monetizzare (ma io non voglio) si tratta di un libro di alcun valore con carta povera tutta bella ingiallita con un profumo di vecchio che mi piace tantissimo. ce l'ho qui e me la metto da parte questa edizione del 1957 per portarla a Chiara, assieme a quell'altro che è più recente e che si staccano le pagine a forza di sfogliarlo. secondo me a questo libro vecchio che vedo che ci sono i fili di cotone che escono dalla rilegatura, ecco questo libro vecchio non ci si potrà far nulla poverino. anche al libro nuovo forse non è possibile fare nulla Chiara dice che non è che può continuare ad aggiungere pagine all'infinito - eh! mi ha aggiunto una pagina l'ultima volta che lo ha restaurato - io per me se ci riesce son contenta che così ho un libro ancora più unico al mondo.
Tornando a L'Evaso di Simenon, non è che ho potuto leggerlo perché solo a sfiorarlo si è disfatto ma in questo sfogliare ho dato un occhiata a due, tre frasi e ci ho trovato delle cose bellissime tipo: "il sole dardeggiava" oppure " uscito dal ginnasio colla borsa di pelle" (colla borsa di pelle, che meraviglia) o anche "alle sette meno un quarto, Gian Paolo Guillaume" (Gian Paolo!!!) insomma, cose così, d'altri tempi.

L'evaso di Georges Simenon
Il girasole
L. 200
Biblioteca economica Mondadori
novembre 1957

l'altro libro, quello moderno, quello di cui parlavo che si rompe a forza di sfogliarlo sempre, quell'altro libro lì non servirebbe neanche dirlo che libro è però son gentile e lo dico: son le "opere complete di Learco Pignagnoli" obviously!

1 commento:

sid ha detto...

son delusissima che questo post, per me, era bellissimo e c'erano quelle cose d'altri tempi che nessuno le ha amate. uffa. però.