07/10/09

a Carpi c'era la Festa del Racconto questo weekend (e io c'ero)

ci sono andata con Elena che m'ha presentato Giorgio Vasta, uomo che, a prima vista, la sciocca donnicciola - che mi pregio mirabilmente di rappresentare - potrebbe apostrofare semplicemente come "gran tòcco di gnocco" ma se solo la poveraccia smette di sbavare ed inizia ad ascoltare semplicemente scopre che, quell'uomo, Giorgio Vasta non è il nome giusto, dovrebbe chiamarsi "eloquenza" oppure "erudizione" così almeno lo riconoscon subito tutti. poi abbiamo salutato Fabio Geda che è una brava persona ed è abituato ai strani. non era sconvolto dall'averci conosciuto. non lo era affatto. non date retta alle malelingue voi.

Le favolose et mirabolanti foto di questa fantastica avventura le trovate
qui.

Che altro dirvi... fossi in voi a
Carpi ci andrei a prescindere perché è una cittadina deliziosa. Per mangiare vi consiglio il Carducci. E' in centro. I tortellini in brodo, io me ne intendo che c'ho la mamma emiliana, son perfetti, lo gnocco fritto va giù che è una meraviglia, il vino è sincièro e non da' (quasi) nessun effetto collaterale. :D

3 commenti:

Laura ha detto...

Le foto sono splendide!

Bello bello passare una giornata così... incontrare, ascoltare, parlare, guardare, mangiare! Ah e ridere tanto!

:-)))

searching ha detto...

vabbè, ero ad un centimetro da carpi. che te lo dico a ffà.

NikkoHell ha detto...

mi ricordo un torneo di go, la piazza enormissimissima e un caffè d'angolo con affaccio sulla piazza che era una delizia.
:) bella carpi