02/02/09

a john...

Durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
Nazim Hikmet

Durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse come la mia ombra
mi stava accanto anche nel buio
non dico che fosse come le mie mani e i miei piedi
quando si dorme si perdono le mani e i piedi
io non perdevo la nostalgia nemmeno durante il sonno

durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse fame o sete o desiderio
del fresco nell'afa o del caldo nel gelo
era qualcosa che non può giungere a sazietà
non era gioia o tristezza non era legata
alle città alle nuvole alle canzoni ai ricordi
era in me e fuori di me.

durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
e del viaggio non mi resta nulla se non quella nostalgia.

4 commenti:

john ha detto...

Grazie Silvia, nel dolore di questi momenti sono felice di avere un'amica come te.
Un abbraccio
gianni

sid ha detto...

@john:
ti voglio bene

Lindalov ha detto...

mi ero dimenticata di questa poesia... é meravigliosa...

sid ha detto...

@linda:
io amo Hikmet alla follia. forse (ed è dura) più di Neruda.