15/05/10

di nuovo

l'altra sera son rientrata tardi e passando davanti a casa di mia sorella ho visto la luce accesa ho suonato e lei c'era e le ho detto Andiamo all'ultimo spettacolo. così son tornata a vedere Il Concerto e io, quando è cominciato il "Concerto per violino e orchestra" di Tchaikovsky mi son commossa e ho pianto un po'.

3 commenti:

caro mio ha detto...

-Dice che il buon Tcaik componesse affettando una cipolla rossa di Tropea per conferire più emozione alle sue opere, anche se ne era allergico.
-Allergico alle emozioni o alle cipolle?
[non sa/non risponde]
-e che poi nei momenti di maggior euforia la utilizzasse insiem al battuto di prezzemolo e lardo per stemperare la lacrimevolezza...

mastrangelina ha detto...

Succede anche a me. A volte si sentono le cose più dentro che al livello degli orecchi e della testa e lì scatta la commozione. Però quanto è bello!

baci f.

thunalab ha detto...

io di musica ne ascolto pochissima, sono un capra musicale, ma puntualmente piango tutte le volte che ascolto "Un bel dì vedremo". Mi prende uno strozzo che dico: "aiuto non passa più" poi piango e mi passa.