23/04/09

Anatomia di una truffa.

Un tizio che non conosco mi ha contattato, dall’estero, per comprare del materiale da me. Io gli ho detto, guarda tizio, mi stai simpatico che vuoi comprare da me e ti ringrazio ma io non ti conosco. Perciò facciamo una cosa bella, tu mi mandi i soldi e io spedisco.
Lui è un tizio bravo e mi manda subito un pagamento della Barcleys con una valuta a 5 giorni dopo. Io mi sento un po’ dispiaciuta della cosa e gli dico, Tizio avevi tanta fretta e mi paghi tra 5 giorni? Io ti spedisco tra 5 giorni, questo lo sai no? (ammmico mio!)
A quel punto il Tizio, che è bravo, comincia a fare il suo lavoro. Mettermi sotto pressione e contemporaneamente convincermi che il suo posizionarmi delicatamente a 90° non ha a che fare con l'idea di fottermi meglio.
Mi fornisce nome ed il numero di telefono della sua banca perché io chiami per avere la certezza che il denaro è partito. Poi comincia ad infamare la sua collega che ha fatto un pagamento così lungo. Poi mi spiega che così lo rovino. Che lui ha bisogno del materiale domani. Che il suo cliente gli annullerà l’ordine. Che non è colpa sua, sapete, le cavallette. Come dicevo il suo lavoro lo fa bene. Mi mette sotto pressione e mi fa sentire in colpa, mi prega di aiutarlo e mi fa sentire generosa. Egli mi ha capita. Lo sa che c’ho il cuore tenero. Diciamolo, è riuscito a far sbocciare un feeling senza precedenti, mi sente così dispiaciuta per le sue traversie che lo sa che io provo ormai un grande sentimento d’ammore.
Così vorrei che i posteri sapessero che è stata tanto dura, per me, dirgli - Oh Tizio, Tizio caro, è tutto molto bello e molto commovente ma, vedi, a me non me ne frega una cippa.
Comunque oggi era il giorno e chiaramente i soldi non sono arrivati. Col sorriso sulle labbra l’ho chiamato per sentire la mia bocca pronunciare le parole che da 5 giorni sapevo avrei pronunciato ed esattamente “sei un coglione” ma, guarda caso, non mi risponde. Poi, per curiosità ho provato a chiamare la Barcleys, non il numero che mi era stato dato, ma quello della filiale. E chiaramente non avevano mai sentito parlare del funzionario che aveva firmato il mio bonifico.
Ed allora, Tizio al quale avrei voluto dire “sei un coglione” ti spiego che le truffe non si fanno così. Le truffe si fanno che paghi e spedisco, paghi e spedisco, paghi e spedisco e quando siamo ormai amici, alla prima volta che mi fido di te me la metti nel culo. Ma farlo così, damblè… ci poteva cascare soltanto tua sorella.
Scemo!

11 commenti:

gap ha detto...

già, per metterla in culo ci vuole una certa intinmità..
i preliminari sono importanti, cazzarola..
:)

john ha detto...

Quando che (che nonsi dice ma a me mi piace dirlo perchè son rustego) mi fai paura!!! :)

pino ha detto...

tu chiedere credito a me...io non dare: tu incazzato
tu chiedere credito a me... io dare tu non pagare : io incazzato
morale: meglio tu incazzato

chiaratiz ha detto...

sei una ragazza sveglia. Io che sono impedita ci sarei cascata di sicuro e infatti vedi che io non vendo niente così siamo sicuri che non mi fregano. E nemmeno compro niente così siamo sicuri che non mi rifilano delle sòle

splendidi quarantenni ha detto...

In che mondo viviamo. Tutti sti sodomiti col conto alla Barclay's e le sorelle che ci cascano e insomma...son cose tanto brutte.

peppermind ha detto...

Rido... che fesso quello, però (non solo furba tu).
Rido anche per gap :P

Laura Fujiko ha detto...

Confesso che al "posizionarmi delicatamente a 90 gradi" vicino a "fottermi meglio" sono corsa nell'altra stanza ad importunare il consorte. D'altro canto, ABBASTA con questi tizi che credono di poterci fottere quando vogliono. In qualunque senso lo si voglia intendere! E brava Sid!

searching ha detto...

oggi, (giornata di mmmerda), sei riuscita a farmi sorridere.
è per questo che ti voglio bene.

sid ha detto...

@search:
allora dev'essere la giornata perchè ti son sorella nella merditudine!
:(

Vale ha detto...

grande sid! :)
ps: cmq giornata di merda anche qui... sarà che siamo metereopatiche?

Alessandro Arcuri ha detto...

A mbè ma questo è stato anche mediamente professionale, dai... ogni tanto ne arrivano di decisamente esilaranti da quanto sono improbabili (tipo questa che riportai in passato sul mio blog)