18/09/11

Ricapitoliamo.

Ricapitoliamo. Da piccola volevo diventare Dio. Molto presto compresi che era chiedere troppo e versai un po' di acqua benedetta nel mio vino da messa: sarei stata Gesù. Presi rapidamente coscienza del mio eccesso di ambizione e accettai di "fare" la martire, una volta diventata grande. 
Adulta, mi decisi a essere meno megalomane e a lavorare come interprete in un'azienda giapponese. Sfortunatamente, era troppo per me e dovetti scendere di un gradino per diventare ragioniera. Ma non c'erano stati freni alla mia folgorante caduta sociale. Mi venne dunque assegnato il posto di nullafacente. Purtroppo - avrei dovuto sospettarlo - era ancora troppo per me. Ottenni così l'incarico estremo: guardiana dei cessi.

Amélie Nothomb 
Voland

3 commenti:

MaiMaturo ha detto...

Quindi sei la mia dirigente?

Anonimo ha detto...

grazie per avermi prestato questo libro. Mi presti anche gli altri Voland, vero? eh, eh, eh?
elena

sid ha detto...

@maimaturo: siamo colleghi! :)

@elena: ma e se poi non me li restituisci? ;-)