22/09/11

(e con questo mi gioco per sempre il fidanzato) adesso vi parlo di Alessandro Baricco

allora dice che Baricco non lo devi dire che lo leggi. va bene. io non lo dico che lo leggo però lo leggo e l'ho letto e forse ma forse, in un futuro, se fa un titolo che mi ispira lo leggerò. comunque a me Seta m'era piaciuto. m'era piaciuto Novecento. m'era piaciuto Castelli di Rabbia. Oceano Mare m'ha fatto venire l'orchite. City è bellissimo. io in passato l'ho letto adesso non lo leggo più perché leggo dell'altro e poi perché si cambia.
anche Andrea De Carlo io lo leggevo. adesso poverino non lo sopporto proprio più m'ha stufato a morte ma io una volta proprio lo adoravo.
cose di verità.
comunque per dire della potenza di Alessandro Baricco. era in un teatro. c'era la fila fuori per entrare. c'era, all'ingresso, un banchetto con tutti i suoi libri e ce n'era un quantitativo smisurato di suoi libri. la sala era gremita. piena piena piena piena e noi eravamo in piccionaia. terzo piano che non riuscivamo neanche a vederlo nè a sentirlo bene tant'è che io mi sono addormentata. mi spiace. io non mi addormento mai ma così, dall'alto, io sentivo solo un bisbiglio e mi sono addormentata.
però quell'uomo lì è un uomo che muove le folle. è uno che vende. dicheno che è anche uno che se dice di leggere qualcosa o di comprare qualcosa dicheno che influenza.
poi però, devo dire, quello che mi ha stranito parecchio è che, siccome lui faceva gli autografi a fine presentazione, poi la gente ha assaltato letteralmente il banchetto per comprare un suo libro e farselo autografare. io allora mi dico, ma dov'eravate tutti suoi fans prima che vi dicessero che autografava i libri? perché non siete venuti col libro da casa? che non ne avevate neanche uno?
ho pensato che sarà una forza della natura ma poi la gente doveva comprarsi il libro perché non ce l'aveva.e questo non me lo sapevo spiegare.
poi mi è venuto in mente, ma io, ma come faccio a farmi fare gli autografi sui Sugaman?

9 commenti:

Noeyalin ha detto...

ah certe inconfessabili passioni. Pari pari come te. (Ciao, sono la Noe e anche io leggevo Baricco).

vvv ha detto...

passo più tardi a leggeere i commenti...sarà divertente ;)

Anonimo ha detto...

sono io, viola, quella di sopra

Mr. Tambourine ha detto...

Io sono COMPLETAMENTE d'accordo.
Oh.

Anonimo ha detto...

io la porto a teatro, a sentire baricco, e lei? dorme. Non se ne esce, qua non se ne esce
elena

Giovy ha detto...

Che mito di post...

sid ha detto...

ciaaaao @NOE!

VV: vorrei che si sapesse vorrei che tutti sapessero che hai cominciato TU! che io, muà, non sarei MAAAAI andata a vedere Baricco se te non avessi scritto quel post. quale post? QUEL post! :D

@mr.T: ciò gusto. me la gente che mi da sempre ragione, per me, non so come mai, mi pare tanto intelligente, mi pare.

@elena: e chi? chi ha dovuto guidare TUTTA LA STRADA DEL RITORNO? eh? chi? non lo so. le perle ai porci. qui si danno ore e ore gratuite di autistaggio e cosa ottieni? gli apostrofi!

@giovy: ehi! ma grazie! (grazie veramente eh!)

Hombre ha detto...

baricco baricco, ne parlavamo quando venne fuori... ne parlavamo eccome. in treno quando si pendolava tra firenze e bologna. baricco così bello, bravo, perfetto, pure il piano suonava, bastardo!
poi la patrizia che pure l'adorava decise che gli puzzava il fiato al baricco, così senza un motivo, senza un fondamento di verità.
Però questa cosa a me m'è rimasta... e così ora mi sento meglio quando si parla di lui.

sid ha detto...

@hombre: poi se bisogna dire le cose come stanno, se te stai al terzo piano di un teatro e lui sta sul palco, te non senti niente! cioè lui... lui BISBIGLIA!!!