16/09/11

bella dentro

col giro Mittleuropeico che abbiamo fatto abbiam toccato tre nazioni e svariate città. tutte molto belle, tutte molto interessanti ma anche, secondo me, abbastanza simili tra loro. ad eccezione di Lipsia e di Dresda. io, per me, se Ale mi dice ci facciamo un altro giro a Lipsia e poi anche a Dresda, io, per me, son già lì col biglietto in mano.  che c'è un aria... si respira un'aria bellissima in quei due posti lì. aria di cultura e di una voglia di godersela. e mentre Dresda ha conquistato completamente Alessandro che non voleva più venir via, io ho lasciato il cuore a Lipsia.
questo pensiero mi ha dato lo spunto per un ragionamento: ho dedotto che io sono più della tipologia di persone che potremmo definire lipsiana mentre lui è categoricamente dresdico. detto questo io non disdegno di dresdarmi né lui, immagino, rifiuti a priori l'idea di lipsiarsi.
sarete colpiti da questa analisi suppongo. 
è normale. 
sappiate che è tutta farina del mio sacco.
a ben pensarci, durante questo viaggio, abbiamo deciso che io sono quella intelligente della coppia mentre lui è solo quello figo.

7 commenti:

Arcureo ha detto...

Ma e allora lo Zu che mi diceva "non ti ho mai sentito suonare ma una gran gnocca mi ha detto che sei bravo" come lo spieghiamo? ;-)

chiaratiz ha detto...

no, ale, quello era una volta, quando era giovane: adesso è vecchia e cessa e grassa, mi stavo dimenticando il grassa. Lo sanno tutti :-P

sid ha detto...

@chiara e ale: un giorno anche voi diventerete vecchi cessi e grassi e poi io riderò l'ultima! :D

Anonimo ha detto...

Hai visitato la Thomaskirche?

Anonimo ha detto...

@anonimo:
l'ho anche fotografata
(sid)

Maddelaine Green ha detto...

L'ultima frase mi ha davvero fatto sorridere. Buon weekend a lipsiani e dresdici (non discrimino).

Anonimo ha detto...

@maddelaine: brava, non discriminare. potresti Lipsiarti o Dresdarti pure tu. non si può mai dire :D
(sid)