29/04/10

uer is de chet? de chet is on de teibol!

Uno dei colleghi non ha aspettato che lavorassi lì da tre giorni per chiedermi di fargli un corso d'inglese. Io che mi sentivo ancora molto precaria in azienda e in effetti lo sono visto che ho sei mesi di prova (mica cotica) son rimasta un po' sul basito anche perché, secondo me, dopo tre giorni, in inglese m'aveva sentito parlare solo al gabinetto (che uno dei miei capi è inglese e con lui si parla solo in inglese e quindi io mi preparo le cose che gli devo dire in gabinetto) (vabbè... ognuno è psicotico a modo suo, voi fatevi un esame di coscienza e poi vi permettete di commentare le mie malattie mentali per favore).

comunque lui mi chiede questa cosa e me la chiede davanti a altri colleghi e io ero un po' imbarazzata e nell'imbarazzo io l'unica cosa che son stata capace di dirgli è stata Ma sei scemo o cosa? poi mi sono resa conto che non è che ciavevo tutta quella confidenza col manzo e mi sono schermita spiegandogli che non sono una insegnante e io l'inglese l'ho imparato facendo molto sesso con un madrelingua. (punto a capo per dare enfasi alle parole "con un madrelingua").

dopo lui mi ha detto Quanti soldi volevo, dopo io ho detto Soldi dai colleghi io non ne prendo e poi gli ho detto Non posso insegnare visto che non so neanche le regole base della grammatica che io sono una autodidatta, figa oltremodo intendiamoci ma pur sempre autodidatta. dopo lui mi ha spiegato che non gli interessa la grammatica che quella già la conosce, solo la pronuncia, le conversazioni. allora quello ho detto che lo sapevo fare. allora lui mi ha ridetto Dimmi quanti soldi vuoi e allora io gli ho ridetto Io soldi dai colleghi non ne prendo, allora la situazione era un po' bloccata e per farla semplice io ho detto Mi offrirai delle birre e lui mi ha detto Son cintura nera di Karate ti offro delle lezioni gratis, allora io ho detto Fiiiico!*

così adesso faccio anche le lezioni di inglese. dopo l'orario d'ufficio in azienda. ma per avere il permesso di usare l'ufficio il collega l'ha chiesto a uno dei capi e quel capo l'ha detto agli altri che poi l'han detto a tutti e così tutti, uno dopo l'altro, son venuti a fare un giretto in ufficio da me a percularmi che faccio le lezioni di inglese. ma era un perculo di invidia verso quello che me l'ha chiesto per primo, secondo me.

---

*Poi volevo dirvi che dopo che ho detto Fiiiico ho preteso di tastargli il bicipite e in effetti che ve lo dico a fare? mi venivan le lacrime agli occhi per la commozione, tutto quel bendiddio nascosto dentro una camicia. poi dopo volevo chiedergli anche se era singolo ma per la fase "rivolto come un pedalino" aspetto di finire i sei mesi di prova. 

7 commenti:

chiaratiz ha detto...

avendo tu appreso l'idioma facendo molto sesso col madrelingua io sarei tanto tanto curiosa di sentire che genere di conversazioni interessanti vengono fuori col collega, eh. No, tipo per via dei termini tecnici, ecco :-DDD

LaPulce ha detto...

in effetti son curiosa anch'io come chiaratiz... e comunque secondo me il collega col bicipite tra la terza e quarta lezione te lo chiede lui se te sei single: è per questo che gli altri vengon a percularvi, si si.

mastrangelina ha detto...

@chiara, secondo me meglio non chiedere :)

e il bicipite com'era? racconta alle amiche va'!

mastrangelina ha detto...

@chiara, secondo me meglio non chiedere :)

e il bicipite com'era? racconta alle amiche va'!

Baol ha detto...

Il Do ut des funziona sempre


Io però l'inglese l'ho imparato da autodidatta (chepalle)

Chica ha detto...

dunque, anch'io sono cintura nera di karatè e siccome so' strafiga, due settimane fa ho anche vinto la Coppa del Mondo (diccelo al tuo collega...tzk!), dunque, dicevo, potresti dare lezioni di inglese aggratisse anche amme , che no sono tua collega di lavoro ma di bloggheraggio???:DD

PS: dovresti tastargli le chiappe al tuo collega...eheheheh---il karatè le tonifica molto..;)

Anonimo ha detto...

ahahahaha!!!! grazie maggrazie sid!
oggi mi ci volevi proprio :-)
lilli