24/03/10

ridevo, ridevo... ridevo

si chiama ecocardiografia quella cosa che siamo andate a fare io e la Sofia oggi. siamo andate in centro in una clinica veterinaria molto vips dove non si capisce che sei da un veterinario perché non c'è neanche un odore, neanche una puzza, niente! eppoi non c'è neanche una rivista, non c'è neanche una foto. solo una montagna di medici molto asettici e vips in questo luogo molto asettico e vips pieno di stanzine asettiche e vips che ti trattano in maniera molto asettica (vips no. da vips non mi ci hanno trattato. casso. sono la Sid. siete degli irresponsabili).

comunque le hanno rasato la pancia e lei ha funfugnato un pochino ma ha lasciato fare (la Camilla per rasarle la pancia avevamo dovuto addormentarla, quella volta) poi è rimasta distesa qualcosa come mezz'ora mentre il dottore le passava il pirolo (nome tecnico) sulla pancia con una tizia che le teneva le zampe anteriori, un'altra che le teneva le posteriori e io che la accarezzavo sul musino. lei, la bocca aperta, teneva un mio dito ben stretto tra i denti. non mordeva ma non lo mollava. col mio dito tra i denti stava calma e tranquilla e faceva le fusa. è il gatto più buono del mondo la Sofia. dovevo chiamarla Chiara. 

dopo mezz'ora di visita, col pelo rasato che volava dappertutto, soprattutto sulla mia faccia, il dottore ha detto che il cuore della Sofia non ha niente che non vada. che il problema è un altro.

e io lo so che probabilmente il dolore è solo posticipato e so anche che non fa tanto fico e non fa neanche tanto donna vissuta e non fa neanche tanto normale e non fa neanche tanto splendida quarantenne e probabilmente non fa neanche tanto blogger di successo quale io aspiro a diventare ma io ho guardato il dottore con gli occhi che sbrilluccicavano e poi ho preso la Sofia in braccio che non la prendevo in braccio da settimane per paura di affaticarle il cuore, l'ho presa in braccio le ho dato tanti bacini e ho detto felice felice felice: Brava Sofia! Brava che sei! e ridevo, ridevo... ridevo (ero felice felice felice ovvio che ridevo ridevo ridevo). 

e anche il dottore rideva (rideva rideva) mentre mi faceva il verso e, soprattutto, mentre mi ammollava la ricevuta da 120 euris.

9 commenti:

mastrangelina ha detto...

mi dici come si fa a non volervi bene a te che scrivi cose così e alla Sofia con quegli occhioni? secondo me è impossibile :)

(la Livia si fa voler bene diverso, però mica me la dimentico)

Arcureo ha detto...

Si ma allora il problema qual'è?

È che le manco IO, a quella gatta, ma non vuole ammetterlo... :-P

MadiS ha detto...

Capito per caso, e il primo post che leggo mi fa venire le lacrime agli occhi... ho avuto il sorriso sulle labbra tutto il tempo, e poi alla fine mi sono commossa per l'affeto che hai per Sofia, e per quello che indubbiamente lei ha per te.
[mi sono ritrovata con il cane accoccolato ai piedi alla fine della lettura, e un grande amore che scalda il cuore]

Arcureo ha detto...

MadiS, non puoi non adorare quelle due gatte. Io le ho avute in affidamento per circa tre mesi, finché la Sid ristrutturava la sua nuova casa.
Gardale qui e capirai.

Queen B ha detto...

tenera :* leggendo sono venuti i lucciconi anche a me

Sciroccata ha detto...

sigh sigh.
qui invece il gatto c'ha la cistite e va spisciacchiando a destra e manca.

splendidi quarantenni ha detto...

Alla Livia verrà una gravidanza isterica se la trascuri così. Dai! (che bello sto post.)

ha detto...

Capisco capisco. Eccome. L'ultima spesa per la mia gattina, son stati 150 eurini per l'igiene dentale. L'igiene dentale, ti rendi conto? Vabbè.

SunOfYork ha detto...

@sid: a proposito di Bologna e viaggi, Sid, non sapevo dove scrivertelo perché non riesco a scovare il tuo contatto mail, ma Guido Catalano sarà presto a Bologna a presentare il suo nuovo libro, e l'editore... sono io :)
te lo volevo dire, perché è anche merito tuo se ho scoperto quella perla rara di poeta!

sun