24/01/10

pump up the volume

questa è l'ultima volta che parlo del Big Club mi dovete perdonare ma io non entravo in una discoteca da più di diescianni dovete capire la mia sorpresa relativa alla fauna e alla flora che al bar non hanno la menta per il mojito. comunque quella discoteca lì non son mica buoni non son capaci. il deejay proprio non sapeva mica fare. i mixaggi sembravan dei deragliamenti altrochè. io dico: ciai cinquantanni ancora non hai imparato? lascia stare! diobono lascia stare. fai prima se alzi la puntina da un disco e la metti nell'altro fai più bella figura. ciai cinquantanni? non sai fare? smettila per cortesia.

9 commenti:

cumino ha detto...

Ciao, Sa'. Ti ho linkato così posso seguire le news sul Big. Un saluto.

vix ha detto...

be, avendo deciso di candidarmi l'anno prossimo a splendido cinquantenne, devo desumere che farei meglio a smettere? perché a fare il cinquantenne ancora non l'ho imparato, lo splendido anzomma...

peppermind ha detto...

Veramente, basta, piantala, hai 50anni, vai a giocare coi lego e tuo figlio!

Comuqnue mi hai ricordato un mio amico che minacciò il diggei, perché ci metteva il verso dell'abbaiare dei cani in una canzone dei blues brothers...

peppermind ha detto...

p.s. l'invettiva era rivolta al TUO diggei, eh?
Mica a te >.>
Tu puoi fare quello che vuoi, sei tosta.

mayamara ha detto...

"Hang the Dj" cantavano gli smiths... :)

Emmachenoia ha detto...

ma come si fa senza menta? io ho lasciato da non più di quattr'anni ma la menta c'era sempre, sempre!

marlene ha detto...

l'ultima volta che sono andata in discoteca avevo 15 anni, anche la prima volta avevo 15 anni...insomma ci sarà un motivo! ;)

Pimpirulin ha detto...

O mioddio! Il Big Club!
Sono più di 10 anni che non ci metto piede. L'ultima volta il dj aveva forse trentanni.
Che sia sempre lo stesso?

Anonimo ha detto...

Orco, il Big io mi ci hanno portato una volta solo. C'era una fauna che ancora ce l'ho impressa. C'era la nazista aliena, con gli stivali sadomaso, c'era la trota all'amo, il Tarzan dei divanetti, ce n'era di tutti i colori. Io ero andato a sentire una coverband del moroso dell'amica della mia morosa (gioia!), non li han lasciati finire il concerto perché dovevano scatenarsi in pista e strusciarsi al ritmo del tunztunz. Ghe esperienze…

Baci,
Petruschov.