08/07/10

Io normalmente faccio così

Compro la guida. La leggo da cima a fondo. Mi segno i posti che avrei voglia di vedere, le cose che mi sembrano più interessanti e metto da parte per rifare il lavoro dopo una settimana. Se le guide sono due passo la mia al compagno di viaggio e prendo la sua dove lui avrà fatto lo stesso lavoro. A quel punto leggendo da cima a fondo aggiungo le cose che mi pare sia il caso di aggiungere e auspico che il compagno viaggiatore faccia altrettanto.

A questo punto prendo una mappa del paese di destinazione e comincio a segnare tutti i posti che ho evidenziato nelle guide. E comincio a tagliare su quello che per deviazioni assurde non è possibile visitare. Faccio delle scelte. Per intenderci: se per vedere il paesello arroccato dove una volta ha soggiornato (forse) Paolo Maldini devo fare 200 km in più: taglio. se la deviazione è per visitare Parigi: non taglio. (ma va?!?)

7 commenti:

dilaudid ha detto...

somigli molto a furio

Arcureo ha detto...

Tumiadorimagda?
Ealloralovedichelacosaèreciproca?
;-)

LaPulce ha detto...

miiiiiii :-DDDD

sid ha detto...

non è che siete molto gentili eh?!? andare all'avventura non vuol dire fare le cose accazzo.
:D
(loool)

essenziale ha detto...

Parli tanto per parlare… ma se invece di Paolo Maldini fosse El Pibe de Oro Diego Armado Maradona vorrei vedere…

Baol ha detto...

Beh...però hanno ragione eh?!

:D

thunalab ha detto...

amplifico il "miiiii" di LaPulce