05/11/10

comunque me l'ha detto in pugliese

io ho due gatti. 

in verità io ho qualcosa di più di due gatti in effetti perché i miei due gatti, che sono due signore, sono le signore Trattorini. la Livia e la Sofia Trattorini. e più che due gatti sono due coinquilini che loro vanno dove non devono andare e si servono dove non si devono servire e fanno quello che non devono fare nella più totale libertà del coinquilinquismo. loro non considerano di essere due gatti, loro considerano di essere la Signora Livia e la Signora Sofia Trattorini. 

ordunque se a me questo stile di vita e questa convivenza con le signore Trattorini nel modo stesso in cui le signore Trattorini si rapportano con il mondo, va benissimo non è detto che questo debba accadere anche per le persone che dividono con me la mia casa. ecco perché quando non sono sola io tendo a gridare molti GIU' e anche molti VIA e anche molti NO! non perché io dentro di me ci creda veramente ma per una sorta di rispetto nell'ospite e anche di vergogna di come io permetta alle Signore Trattorini di comportarsi, a casa loro, come se fossero a casa loro. 

devo dire che il mio fidansato in questo è fantastico, io non lo so se i comportamenti delle signore Trattorini dentro di se lo infastidiscano ma all'apparenza, nel suo vivere la casa padovana, la cosa non sembra dargli alcun turbamento. che le signore Trattorini gli camminino in testa facendogli le fusa sembra dargli lo stesso giubilo e gaudio che da a me o all'Arcureo o alla Syl@ o alla Mastrangelina. (vorrei precisare però che solo alla Mastrangelina la signora Sofia Trattorini pettina i capelli, questo ci tengo). 

l'amore vero del mio fidansato io l'ho compreso sabato mattina. la mattina le signore Trattorini sono abbastanza scatenate nel trattorare e anche nel pettinare i capelli e nel cercare le cocche e quindi io, sabato all'alba, svegliatami per le usuali camminate sulla pancia e per il trattorare (pallido e assorto) ho fatto per alzarmi per chiuderle fuori dalla camera che non lo disturbassero. 

Non le mandare via. mi ha detto lui. 

16 commenti:

ale ha detto...

beissimo :-)

Laura ha detto...

Lo dico anch'io così...
beissimo :-)

MonicaMercedes ha detto...

Se l'Uomo va bene ai nostri gatti, allora e' un Uomo occhei. Ci si puo' fidare:-)
Di Lui, non so dei/delle gatti/e:-P

Raffa ha detto...

È amore. Di gruppo.

petrolio ha detto...

XXX:D ci sono tanti pugliesi… alcuni sembrano dire quel che non sembra dicano… ://// nel mio per esempio, "n'è scì cacciànn" :)))) traspare tutto il fastidio e l'insofferenza, se invece: "n'è caccè" si denota una compartecipazione… e un cambiamento! oddiuuuuuuu ancor meglio: "làssel stè ddò"!
Traduzione:
1. Non affaticarti a cacciarle; 2.Non le cacciare; 3. Lasciale stare qua. :))))

Anonimo ha detto...

Ah ah ah Petrolio!!! Grande! Queste me le segno!

Sidgi

petrolio ha detto...

;) un bacione da un'altra pugliese! :)

Baol ha detto...

Petrolio ha detto giusto, magari potrebbe pure aver detto:

mo, mo, mo, c'ha fè? Lass'j do

serena_gandhi ha detto...

è finzione letteraria. in realtà l'ho detto in perfetto italiano

gianni ha detto...

C' un film di Claude Lelouch, ora però non ricordo il titolo, nel quale un anziano amico del protagonista dice "Tu bevi sempre il caffé con due zollette di zucchero?"
"Sì" risponde il protagonista.
"Allora il giorno che incontrerai una donna donna che prende anche lei due zollette di zucchero nel caffè, quella sarà la tua compagna"
E così avviene.
Mi sembra una situazione simile :)

Baol ha detto...

@ serena gandhi: Ma con le tipiche "O" aperte però...

serena gandhi ha detto...

no, noi le O le chiudiamo tutte(come in "cousa")perchè abbiamo paura che entri l'aria

puglies' quarandenn ha detto...

Trionfoooooouuuul'

Silas Flannery ha detto...

Ma non bisogna dimenticare che basta poco, per conquistare un gatto. (Ma è ugualmente difficile, me ne rendo conto).

Irene ha detto...

Te sei il mio mito. Si dà il caso che anch'io abbia un gatto, il signor Ugo, tutto bianco e dotato di un eleganza e una consapevolezza del suo splendore che può, in mia presenza, permettersi la completa anarchia su mobili, letti e divani. Si da però il caso che il mio carissimo coinquilino, nonchè il mio moroso, sia riuscito ad educare il signor Ugo ad un galateo maniacale ed impeccabile, che Ugo mantiene con diligenza in sua o di altri presenza.
Basta trovare un compromesso, il signor Ugo finge consapevolmente di essere educato, hehehe.

sid ha detto...

@irene:
AHAHHAHHAHAH
Ugo mi pare un nome fantastico. signor Ugo mi pare l'appellativo più appropriato :D

@silas:
per conquistare me basta un panino con la meuza :D

@serena:
tu che conosci i risvolti e i retroscena non svelare i risvolti e i retroscena :D

baol e petrolio:
io a veder scrivere in pugliese mi vien da dirvi che vi voglio del bene. :D