30/09/09

un condominio in lacrime

Lunedì mattina Livia è caduta dal terrazzo (niente paura abito al primo piano) ed era rimasta in giardino a piangere guardando sua sorella. La mia vicina si è accorta, l’ha riconosciuta e l’ha presa in braccio. Mi ha suonato il campanello ma io non c’ero. Allora l’ha mollata davanti alla mia porta che prima o poi tornavo ma le gatte una da una parte ed una dall’altra dell’ingresso si piangevano. La mia vicina era in pensiero ed ogni tanto usciva in corridoio a controllare la Livia ed ogni volta la sentiva che piangeva fuori dalla porta con l'altra che piangeva dentro dalla porta. M'ha detto che si è commossa a sentire tutta quella disperazione, tutto l'amore fraterno le veniva da piangere e così non ce l'ha fatta più, ha preso la Livia e se l'è portata in casa. Allora il figlio della mia vicina ha giocato tutto il giorno con la Livia e poi diceva a sua mamma, non dirgli che l’abbiamo trovata noi, non dirglielo. La teniamo noi non dirgli che l’abbiamo trovata. Poi veniva tardi e loro pensavano che io ero preoccupatissima (ed in effetti se rientravo in casa e non trovavo la Livia morivo) così hanno suonato al mio vicino proprio attaccato terrazzo-terrazzo con me che è riuscito a far passare Livia dalla mia parte. Durante tutto il tempo il figlio della vicina piangeva e diceva nooo per favore non mettiamo il gatto nel terrazzo. Non diciamo che l’abbiamo trovata noi mamma no per favore no per favore non diciamoglielo.

29/09/09

questa m'è venuta in mente leggendo un post

anni fa io vivevo sul lago di Garda nei fine settimana, vicino a Salò ed io ero a Salò mattina mezzogiorno e sera perché Salò è oggettivamente bellissima e perché c'erano tutti i negozi ed il lungolago ed io mi compravo il giornale o mi prendevo il mio libro e leggevo seduta sulle panchine e poi una passeggiata, un pirlo (lo spritz sotto mentite spoglie), una chiacchiera con gli amici io ero a Salò proprio che me la godevo Salò mattina mezzogiorno e sera io ero a Salò. Poi una sera avevo il concerto di Guccini a Brescia e quel giorno lì forse ero pigra e non avevo voglia di uscire e passeggiare mattina mezzogiorno e sera quindi forse sono rimasta a casa a fare non so cosa e poi alla sera sono andata al concerto di Guccini e lui subito appena salito sul palco dice ciao a tutti io oggi ho fatto una passeggiata lunga tutto il giorno per Salò.

sogni infranti

ieri mattina alle 10.00 ero già a Roma in un posto. finito che ho di fare quello che dovevo fare all'una potevo tornare a casa ma era una bella giornata con la temperatura estiva perciò ho chiamato un mio amico e gli ho detto, ocio che sono a Roma ti offro il pranzo e poi vado. lui mi ha risposto, ferma dove sei che vengo a prenderti io e si è presentato con una vespa bianca.

...

occhei rifo:
temperatura estiva
Roma
vespa bianca
mi veniva da piangere da quanto stavo bene. poi questo fantastico mood alla "vacanze romane" si è infranto nei 6 chilometri di coda ad Incisa.

28/09/09

plagio dell'opera di Learco Pignagnoli

ieri sono stata ad un concerto. quella alla mia sinistra dormiva, quelli alla mia destra dormivano. è stato un bel concerto.

27/09/09

inopportuno

Il tipo prima di me, un omone grosso di circa cinquantanni, piangeva mentre portava dentro il suo cane. Gli usciva - that's all folks - a tutto volume dal telefonino.

26/09/09

Era come per dire un'altra carezza e non gli senti più il cuore

Livia e Sofia son delle baronesse. Tutti gli altri son agitati loro fanno le fusa. Non han paura di niente. Il mio veterinario poi ha fatto per accarezzarle così tipo per calmarle come si fa coi gatti non baronetti ma io gli ho detto: guarda che fan Trattorini di cognome.

Opera n. 49

Gesù Cristo ha detto: Coloro che crederanno in me non moriranno mai. E così, ai suoi tempi, è riuscito a farsi dei seguaci. Ma se avesse detto: Coloro che crederanno in me moriranno, dei seguaci non se ne sarebbe fatto neanche uno.

Opere complete di Learco Pignagnoli
Daniele Benati
Aliberti Editore

disgustibus

ultimamente essere una persona orribile è l'unica cosa che mi riesce benissimo.

25/09/09

un mondo perloppiù maschile

non è che dico ste cose perché me la devo tirare anche perché io, quelle che se la tirano, gli tirerei uno stramusone altrochè! perciò dico questa cosa per dire che non è un cavolo facile la vita della donna in giro per il mondo a lavorare. la donna in giro per il mondo a lavorare, quando il mondo che frequenta è perloppiù maschile. ecco la donna che va in giro per il mondo a lavorare mica che è figa... no! ve lo giuro è proprio perché è donna come se non ne avessero vari esemplari in giro per casa quanto ci ritornano. no! loro quando vedono la donna che va in giro per il mondo a lavorare in un mondo perloppiù maschile. quella donna lì, poveretta, ha a che fare coi piacioni.

23/09/09

caddi

ma mi rialzai. però caddi. seppur mi rialzai io devo dirlo, io caddi. mi rialzai e ripartii epperò io prima... io caddi. prima io caddi. uffa! prendetemi pure in giro che caddi. e comunque mi rialzai. comunque.

22/09/09

è qualche giorno

che son triste. ma dentro. tipo quando si sente la mancanza di qualcuno. tipo quando ci si sente languidi. solo che non c'è nessuno di cui sentire la mancanza. solo che non ci sono motivi per essere languidi. però è qualche giorno che sto così. qualche. un po'.

21/09/09

credetelo

oi!
io non so se avevate capito se non lo avevate capito, capitelo adesso che ve lo spiego
io ero sudata mica che era caldo
io ero sudata mica che la moto pesava
io ero sudata proprio per l'agitazione
io ero sudata proprio per la moltissima agitazione di guidare una moto per conto mio da sola.
lo dico perché Vix dice che mi crescono le palle di ghisa (o di cuoio non ricordo) ma mi sopravvaluta.
ciavevo proprio una agitazione grandissima.
come la tenera pastorella che vado banfando di essere da mesi e mesi e nessuno mi crede.
credetelo una volta per tutte per favore.

prima lezione di scuola guida - resoconto

son sudata che neanche Messner a scalare l'Everest. l'ha scalato giusto? se non l'ha scalato: son sudata che neanche Messner a scalare quello che ha scalato di più importante. sennò va bene la prima frase che ho scritto.

cambiamenti

ieri sono arrivata a casa, un po' provata, che erano le 6 di sera. poi avevo una mezza idea di farmi un giro per la sagra del mio paese oppure prendere la macchina ed andare al cinema oppure mettermi a ripassare un po' che sono indietro con lo studio e invece erano forse le otto e mezza che sono andata a letto ed erano sicure le otto di mattina che mi sono alzata. al mio risveglio ho trovato sei telefonate e quattro messaggi. oggi alle due ho la mia prima lezione di guida. ed io da oggi provo che non bevo più neanche lo spritz e vediamo come va.

20/09/09

al mio paese

c'è la festa del santo patrono. ci sono le giostre tipo gli autoscontri o il calcinculo, tutte quelle cose tristi da lunapark di terza categoria che c'è sempre nei paesi piccoli per la festa del santo patrono. c'è il banchetto con le costicine e c'è quello coi dolciumi e poi c'è quello con le frittelle e lo zucchero filato e poi c'è il mio preferito, la boutique del folpo. il bar del mio paese è aperto così come il panificio, il verduraio ed il giornalaio che sono le uniche attività commerciali che ci sono nel paese dove abito io che siccome c'è la festa del santo patrono sono aperte anche se è domenica. la chiesa è aperta e nonostante io sempre entro dentro le chiese quando vado in giro per vedere come sono, io sono quasi 20 anni che abito qui eppure io non ci sono mai entrata in questa chiesa qui del mio paese che dista forse 20 metri da casa mia. non ci sono mai entrata e non so il nome del santo patrono di questo paese qui dove abito da quasi ventanni. siccome io entro fine dicembre me ne vado devo ricordarmi di entrare dentro la chiesa per vedere com'è.

19/09/09

sono fuori

per tutto il weekend.

se mi ricordo qualcosa di quello che ho fatto poi vi racconto.
sennò no.

porto il portatile.
se riesco a riconoscere le lettere sulla tastiera io scrivo.
sennò no.

porto la macchina fotografica
poi se ci sono delle foto da vestiti allora le pubblico.
sennò no.

il fatto è che siamo una decina e solo io porto:
2 bocce di aperol
2 bocce di campari
4 bocce di prosecco

poi son preoccupata che i miei quantitativi moltiplicati per 10 portatori di quantitativi risultino poi pochi per 10.
vero?
anche secondo me.

18/09/09

Forse ho un insegna sopra la testa che mi indica come destinataria di tutti pazzi del circondario?

l’uomo - è bello averti come amica - dopo una prima fase - cazzo credo di non riuscire a vivere senza parlarti scriverti sentirti vederti ogni minuto della mia vita - e la successiva fase denominata appunto - è bello averti come amica - poi ha avuto una nuova successiva fase - cazzo credo di non riuscire a vivere senza parlarti scriverti sentirti vederti ogni minuto della mia vita - alla quale, se vi ricordate, avevo risposto con una certa freddezza. Orbene inspiegabilmente ora è tornato alla fase - è bello averti come amica - . Dico inspiegabilmente perché tra la fase tre (cazzo credo di non riuscire) e la fase quattro (è bello averti) son passati circa 10 giorni nei quali non ci siamo mai visti. Ciò nonostante questa mattina m’ha mandato una mail dicendo che aveva bisogno di un po’ di tempo per se, in tranquillità e solitudine.

Secondo me, nella mia vita precedente, devo aver pestato delle cacche.

miti e credenze popolari

Le mie amiche sposate si sono fatte un po’ una idea che la mia vita da splendida quarantenne single sia molto avventurosa e divertente. Lo capisco dal fatto che mi guardano come si guarderebbe una pazza ogni volta che gli racconto di qualche nuova iniziativa intrapresa o ogni volta che io cito un nome maschile magari diverso dal nome maschile citato precedentemente loro mi fanno l’occhiolino o il sorrisetto guapo o proprio dandomi vigorose gomitate si e mi domandano se io abbia, come dire! Insomma mi pare si siano fatte, le mie amiche sposate, un po’ quest’idea che la mia vita da splendida quarantenne single sia molto avventurosa e divertente.

si

Questa vita anche un po’ dissoluta che faccio

Stanotte alle due di notte dopo che Elena era uscita da casa mia (non si può continuare a vivere in questa maniera, sempre al limite, se continuo così mi viene un infarto ma non era di questo che volevo parlare) dicevo, stanotte alle due di notte dopo che Elena era uscita da casa mia mi son fatta un impacco nutriente ai capelli. Funziona così che la Elena m’ha detto Mi pare che hai i capelli un po’ secchi (questo è normale tra donne, noi parliamo sempre di queste cose qui mentre ci pettiniamo vicendevolmente) e allora io quando lei è andata via anche se era tardi e sono a rischio infarto per la vita dissoluta che faccio io mi son detta. Ocio che mi faccio un impacco all’olio di jojoba ed arancia particolarmente indicato per nutrire il corpo del capello e le di lui punte (anche di queste cose parliamo noi donne quando siamo li che ci pettiniamo) e così mi sono riempita la testa di questo olio aranciotico dal simpatico profumo di arancia e poi ho messo un asciugamano sul cuscino (o avrei prodotto la simpatica aranciotica sindone).
La cosa buffissima (sto arrivando all’epilogo) è che questo aroma ha attirato per tutta la notte alcune pantegane ed io questa mattina mi sono svegliata con fusa e leccate molto forti ed insistenti sulla mia capigliatura. Potete immaginare quanto tutto questo m’abbia nutrito lo spirito, oltre che il bulbo.

17/09/09

al crocefisso preferisco l'aglio

stamattina che son sveglia dalle sei che le pantegane io le amo ma le pantegane non possono anticipare di mezz'ora tutte le mattine, comunque stamattina molto più tardi delle sei verso le 8.00 - 8.15 che stavo guidando verso il lavoro sono stata letteralmente trafitta da un raggio di sole che è comparso improvvisamente in cielo ed è penetrato subitaneo attraverso il parabrezza diritto verso i miei occhi. SDENG!
io in quel momento che il raggio di sole mi ha trafitta le pupille, io in quel momento lì ho pensato 'tenta che adesso mi liquefo.

16/09/09

amore è difficilissimo da pronunciare

la mia profe si chiama Oksana ed è bellissima ed ogni tanto ci facciamo anche delle gran risate. Tipo quando mi sono lamentata che la D maiuscola cambiava ogni minuto (in russo ogni lettera si scrive in 4 modi diversi).
la mia profe è di Odessa ed io le ho promesso di prestarle Ogni cosa è illuminata. Penso si sia convinta di leggerlo nel momento stesso in cui lei diceva Odessa
ed io mi illuminavo e le dicevo Allora devi leggere questo libro bellissimo che si chiama Ogni cosa è illuminata.
il mio nome in russo si scrive così: Силвия
amore è difficilissimo da pronunciare

se non ho capito male

Il verbo essere nella forma dell'indicativo presente nella lingua russa non esiste. (oi... magari anche l'avere ma non lo so, per il momento abbiam parlato solo di essere)
non esistono gli articoli nella lingua russa quindi devi proprio impararti a memoria le parole di che genere sono se maschili, femminili o neutre (se non seguono le regole del maschile femminile e neutro ad eccezione delle eccezioni). Io alla mia profe gliel'ho detto Son tanti anni che non studio non so mica se sono capace di mandare a memoria tutte queste cose, però ci provo che mi piace tanto il russo.
oggi per esempio ho imparato come si dice la parola - compagno - che è una parola che mi piace tantissimo.

15/09/09

2 mesi che non fumo

lo so che contare i giorni non è un buon segno. comunque se devo dire la verità ormai non la desidero neanche più la sigaretta. proprio anche se vedo gente che mi fuma attorno, gente che mi fuma di gusto attorno, non mi viene voglia. ed il richiamo di "gente che mi fuma di gusto attorno" normalmente sarebbe insopportabile. ma io lo sopporto. certe volte mi viene da pensare che non ho mai fumato in vita mia da tanto mi sento che non la desidero più, la sigaretta. adesso il pensiero, della sigaretta, mi sfiora solo in una -unica- occasione.
quando mi peso.
tutte le mattine.
porca miseria di una porcaccia la miseriaccia zozza!!!

14/09/09

siamo la coppia più bella del mondo

livia & sid

nel quaderno i miei appunti di russo. di lato (invisibol) jagermeister con ghiaccio. di fronte a me (oltre la webcam) FF per il cazzeggio libero. ancora più di fronte al di fronte: la ragazza con la pistola (la 7). sul lato destro oltre lo jager la Sofia che fusotta. ecco il lunedì sera perfetto a casa Sid.

Disciplina

Mangio in piedi in mezzo al soggiorno cercando di schivare i salti. Devo farlo perché non posso sedermi o neanche poggiare il cibo da qualche parte perché saltano ovunque ed in un secondo hanno raggiunto con il muso qualsiasi contenitore. Qualsiasi cosa esso contenga. Tutti i miei vestiti, le lenzuola, gli asciugamani, sono pieni di graffi e buchi perché quello che più amano fare è l’arrampicata dello stendino. Mi svegliano alle 6.30 tutte le mattine. Fanno le fusa, forte. una da un lato della faccia e una dall’altro e se non mi sveglio subito, mi alzo e do loro da mangiare cominciano a correre sopra la mia pancia. Se dico NO e come se non dicessi niente. Se dico LIVIA! o SOFIA! È sempre come se non dicessi niente. E io ormai di tutto quello che ho elencato io, ormai, me ne son fatta una ragione. Proprio io ormai non ci faccio neanche più caso. Diciamo che le mie gatte m’hanno educato bene.

12/09/09

vi sto salvando la vita almeno un grazie (!!!)

che io in due mesi ho preso 5 chili. e chi mi dice che è perché ho smesso di fumare gli sputo. io in due mesi ho preso su 5 chili semplicemente perché attorno a me, la gente, delle persone, han perso 5 chili. perché la Dona ne ha persi 3, poi L. ne ha perso 1 e poi anche F. ne ha perso 1. in pratica per il continuoum spazio-temporale e perché la terra e l'universo come voi li conoscete rimangano allineati, per il peso specifico, per la matematica quantistica difficile e per la teoria della relatività e soprattutto per il gino di pongo di Catalana memoria. insomma, è grazie a me se la terra non sta implodendo. è grazie a me se a voi (voi!) è ancora consentito vivere le vostre patetiche vite di MAGRI! doveste ringraziarmi. porca miseria.

11/09/09

3 cose che voglio dire oggi che è l'11 settembre

pare che ringiovanisco pensate che stamattina mi son svegliata ed i capelli erano tutti neri. un miracolo.

ah ieri poi me li son tagliati, i capelli. ma quel taglio che se è una donna ti urla -eeeeh! ti sei tagliata i capelliii"- se è un uomo non si accorge di niente. avete capito no? li ho tagliati quel taglio lì. fattostà che ringiovanisco. godetene con me godetene tutti.

oggi è il compleanno di Ric. tanti auguri tesoro. :)

io, i toni no. i toni proprio no.

l'altra sera dovevo andare a prenderlo alle 8.30 e invece sono arrivata alle 9.30 che russo ho fatto due ore invece che una (mi dovevan tirar su col cucchiaino dopo ero finita la testa sobbolliva tipo e infatti lei non ha smesso perché era tardi ma perché ormai non riuscivo neanche più a dir le lettere) (ma cirilliche). però l'altra sera era l'unica sera possibile per vederci che io le altre sere della settimana scorsa e di questa le avevo tutte impegnate e allora davanti alla pizza gli elencavo tutti gli impegni che mi son presa le cose che ho da fare, ma io le dicevo contenta che io son contenta di andare a russo e son contenta di prender la patente A e son contenta che vado a correre e imparo la macchina fotografica e mi vedo con la Letizia e degustiamo il vino e le letture e le mostre e i libri e i concerti e i bimbi ma invece lui ad un certo punto ha messo su un tono, un tono guardate... tipo da cazziatone capito? un tono come per dire che sono una scema che io faccio duecento cose e che ho le sere impegnate, un tono come per dirmi su proprio, un tono che ce lo aveva mia mamma con me ed infatti io a 23 anni son andata a vivere da sola per non sentir quei toni lì, un tono come da prendermi in giro che io mi entusiasmo per le cose e le faccio, un tono come per dire che poi cambio idea dopo cinque minuti. un tono di merda se posso dirlo. ed allora l'ho guardato e gli ho proprio detto: scusa, cos'è, devo rimanere a casa a imbolsirmi davanti alla televisione in attesa che TE mi chiami per uscire quando vuoi te? ma cos'ho dei padroni io? son sola e mi devi dire te quello che devo fare? forse? che non lo facevano i miei uomini mi dici tu come devo passare il mio tempo? allora lui si è incazzato. ma tanto io, per via dei toni, ero incazzata già di più e prima. io i toni. i toni non li posso sentire io, i toni.

10/09/09

до свидания

qui sopra c'è scritto arrivederci. e si pronuncia più o meno -dasvìdaniia- (mooolto più o meno). ecco, per una che ha cominciato la scorsa settimana non è immediato riconoscere le lettere e leggerle perciò provate ad immaginare come mi sono sentita io, ieri sera, quando lettera per lettera mi sono accorta che stavo pronunciando l'unica parola russa che conoscevo. mi sono sentita più o meno come quando ho visto che lo ziobonino aveva commentato da me questa mattina. chi ha avuto un commento dallo ziobonino o, in alternativa, ha letto il cirillico, può capirmi.

lo so che lo dicono tutti ma stavolta vi giuro che è vero

ieri sera stavo per entrare a russo e m'è venuta in mente questa cosa da scrivere. mi era venuto in mente un bel titolo e poi il continuo e poi anche la fine era corto, bello, come quelli che mi piace ultimamente di scrivere. giuro. lo giuro su quello che volete era veramente un post non come quello che dicono tutti,che poi non è vero, solo per scrivere qualcosa. io ce l'avevo. solo che dovevo entrare a russo e non mi sono fermata a scrivere ma ci ho proprio pensato su. proprio me lo sono rigirato in testa e lo ripetuto esattamente come avrei voluto scriverlo perciò mi sono detta che visto che me l'ero ridetto nella testa due volte non potevo dimenticarlo sicuro. poi sono entrata a russo ed ho fatto due ore di lezione, poi sono corsa a prendere L che andavamo a cena assieme perché dovevamo parlare della sua commedia, poi l'ho riportato a casa e sono andata dalle pantegane, c'ho dato da mangiare, le ho coccolate, doccia, faccia, denti e sono andata a letto a fare un po' di esercizi di russo e proprio mi sono ricordata del post solo stamattina. ma che lo volevo scrivere mica cosa ci volevo scrivere. giuro.

09/09/09

me e mio fratello

Me e mio fratello non riuscivamo mai a giocare a “non t’arrabbiare”.

Giornate no

Cristopher ha due anni, forse due e mezzo. Ha passato la serata in braccio. stava calmo cinque minuti e i successivi cinque piangeva chiamando la mamma. Si presume che non conosca l’italiano ma sembra capire quantomeno il significato delle parole dal tono con cui gli si parla. L’unica parola che dice è mamma perciò non si sa neanche di che nazionalità sia. È stato trovato che mendicava assieme alla madre alla stazione. Appena la polfer ha fatto cenno di fermarla è scappata lasciandolo lì. E così adesso lui vive da due giorni in questa casa piena di bambini e sta tranquillo cinque minuti magari anche sorride ma poi si ricorda, che la sua mamma non è con lui e si mette a piangere chiamandola. Mentre succedeva tutto questo, mentre si tentava di far mangiare questo bambino, mentre si tentava di calmarlo, mentre si provava a giocare per distrarlo. Mentre succedeva tutto questo Ata guardava. Era arrabbiatissimo. Ha preso il regalo e l’ha messo da parte. Non ha neanche salutato quando è stata ora di andare.

08/09/09

sulla moto e dintorni

sms mio:
mercole ho la visita. dalla prossima settimana ho il foglio rosa e comincio le guide
sms suo:
signore... mi sentirò responsabile.
sms mio:
il coglione voleva farmi prendere la piccola ma io gli ho detto che col cazzo che mi fa guidare le moto dei bambini. io devo salire su una ducati il prossimo anno!
sms suo:
mi sto rotolando dalle risate. il poveraccio non ha capito con chi ha a che fare!

corsi e ricorsi
sempre colpa della singletudine
ma pure della fantastica moto di Fabio

non mi pigliate pecculo per favore. che c'hanno già dato dentro gli Splendidi ed Ale e pure Syla (che abbiamo conosciuto ieri fantastica fotografa e donna). comunque non divaghiamo per cortesia. dicevo. non mi pigliate pecculo per favore. che queste son cose delicate ed io sono in uno stato emotivo fragile voglio dire, ho compiuto 40 anni quest'anno. sono entrata nella delicatissima fase della -Splendida Quarantenne- non sono mica cose facili da gestire quindi per favore, un po' di umanità. un po' di delicatezza. Non mi pigliate pecculo.
adesso vi spiego - con calma- che io, la prossima settimana, inizio le guide per la patente A. come dice lo
Splendido, mi vedrete sfrecciare a bordo del mio bolide urlando dasvidania!

07/09/09

04/09/09

le pantegane queste sconosciute

le pantegane, di sera, mi gironzolano attorno ma non è che sempre vengono a dormire nel letto con me, le pantegane. ce le ho sempre tra i piedi eh che devo stare attenta a camminare o posso pestare una pantegana o posso inciampare sopra una pantegana o posso venire attaccata da una pantegana però poi quando io vado a dormire anche loro vanno a dormire ma da un'altra parte, tipo sulle librerie non sul letto con me.
la mattina invece, la mattina una da una parte una dall'altra attaccate alle orecchie, una all'orecchio destro ed una a quello sinistro cominciano il concerto di fusa e ronron e fusa e miao e fusa e ronron.
poi la Sofia ad un certo punto va sui piedi e comincia a leccarmi il pollicione ed a strusciarsi facendo le fusa e ronron, la Livia invece rimane sulla faccia e comincia a mordicchiarmi il naso ed a strusciarsi sulla guancia sempre facendo ronron. poi quando la Sofia risale la Livia si scoccia perché era da sola e vuole rimanere da sola a prendersi le carezze (perché mentre loro fanno queste cose io le carezzo eh non è che sto lì a prendermi le cocche aggratisse) e così cerca di spingere via la Sofia, la Sofia pare cedere ed invece magari ci gira intorno e riesce comunque ad arrivare di nuovo all'orecchio di sua pertinenza. tutta questa cosa la fanno sempre in un concerto di ronron e di fusa e di miao che è pazzesco il casino che fanno quelle due alle 6 del mattino
... mai avuto pantegane così.

03/09/09

tutta colpa della singletudine

io nei miei momenti di singletudine ho fatto le mie meglio cose. sono diventata sommerlier, poi assaggiatore di formaggi, poi ho imparato a cucinare ed ho viaggiato, poi ho visto mostre e coltivato passioni, ho conosciuto gente e insomma... io stasera comincio un corso di lingua russa e fra meno di un mese quello di fotografia.

girate subito su rai2!!!

ho appena finito di lavare i pavimenti dell'appartamento. ho steso i panni, ho stirato i panni asciutti. ho fatto una lavastoviglie ed una lavatrice sta andando. è mezzanotte e mezza e mi sono appena fatta uno spritz all'aperol che ho un caldo che non si può capire. e insomma mi siedo sul divano per bermi il mio spritz dell'ottimo lavoro e accendo la tv per il riposo per l'ottimo lavoro e chi ti vedo?!? eh?!? chi?!? chi?!? chi?!? casso! è tornato Morgan. ziobilli!

02/09/09

povera donna...

ieri sera, mentre le facevo il servizio fotografico completo, mentre non le permettevo di rilassarsi un secondo povera donna che ero sempre lì clicchete clicchete, mentre lei tentava di dirmi le cose ed io la ascoltavo ma intanto clicchete clicchete di sopra di sotto di destra di sinistra, mentre succedeva tutto questo io le dicevo: tranquilla. tranquilla. mica le pubblico le foto. le faccio vedere prima a te. faccio sta cosa solo per imparare ma tranquilla io non pubblicherei mai le tue foto senza il tuo ok.

the revenge of the è bello averti come amica

il tizio del "è bello averti come amica" non capisco che l'altro ieri era bello avermi come amica e insomma già ieri mi ha chiamato per chiedermi di uscire ed io gli ho detto mi spiace sono impegnata con la mia amica Fata. e poi allora mi ha detto mercole ed io gli ho detto sono impegnata con la mia amica Leti. e allora mi ha detto giove ed io gli ho detto mi spiace sono impegnata per un corso e poi per i miei amici splendidi. allora mi ha detto venere ed io gli ho detto mi spiace sono a cena con L. che dobbiamo parlarci. allora mi ha detto sabato ed io gli ho detto mi spiace sono a fare un giro in montagna con F che inauguriamo la moto nuova. allora mi ha detto domenica ed io gli ho detto mi spiace vado a trovare gente al festival del cinema e ne approfitto per farmi una giornata di mare al lido. poi ho concluso la telefonata con però teniamoci in contatto.

01/09/09

ma... i suggerimenti di FB?!?

ma ve lo fa anche voi, FB, di suggerirvi come amici delle persone completamente sconosciute che tra l'altro non sono neanche da qualche vostro amico?!? cioè proprio gente che boh?!?
ve lo fa anche a voi o solo a me?

un po' una cogliona

il mio kinesiologo m'ha proibito latte e derivati. io non le dovrei mangiare le mozzarelle di Mondragone. ma non è che tutti i giorni io ciò disponibili le mozzarelle di Mondragone. Poi, anche dire, "il mio kinesiologo" mi sento un po' una cogliona.

il declino dell'impero americano

ieri sera uno mi ha detto: è bello averti come amica.

prevenzione

domenica che aspettavano che si aprisse c'era questo gruppo di figoni vicino a me. io ero lì che leggevo o scrivevo e loro erano vicino a me a fare i figoni. proprio tutti bellissimi che dicevano cose molto simpatiche proprio tanto da ridere se le dicevano tra loro tutti vestiti da sera anche se erano le 8 del mattino. erano tre donne e due uomini figoni. tutti bellissimi.

e insomma... tanto belli e così bravi a parlare il dialetto bravissimi eh! con quella cadenza leggiadra che è il veneto verace. bello veramente ero lì che non volevo origliare ma parlavano a voce sostenuta con questa bella cadenza veneta solo in dialetto che l'italiano questo sconosciuto. belli e bravi. e poi uno mi domanda perché sono così prevenuta (coi bellissimi).